Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Sintomi da malattie del fegato

Attualmente la maggior parte dei pazienti che hanno bisogno del trapianto di fegato, sono affetti da cirrosi epatica, e quindi la maggior parte dei disturbi sono correlati al danno cronico del fegato. Le cellule del fegato normale vengono danneggiate da cause varie, in un primo tempo si alterano, poi vengono sostituite da un tessuto cicatriziale che porta alla cirrosi. Campanelli d’allarme sono un’alterazione delle transaminasi (AST/GOT e ALT/GPT), delle gammaGT, della fosfatasi alcalina (ALP), una riduzione del numero delle piastrine.

Qualsiasi ostruzione parziale o completa del flusso di sangue attraverso la vena porta e attraverso il fegato, determina un innalzamento della pressione venosa con conseguente ingorgo del flusso ematico proveniente dall'intestino.

Tale situazione determina la cosiddetta sindrome da ipertensione portale, caratterizzata dalla comparsa di ascite, dallo sviluppo di varici e circoli collaterali venosi e dal mancato assorbimento dei fattori nutritivi (vedi sito cirrosi epatica).

Dal punto di vista pratico, i pazienti con malattie del fegato possono essere soggetti a molti tra i seguenti sintomi:

• ittero (colorazione giallastra di cute e mucose) con emissione di urine scure;
• prurito;
• alitosi;
• ascite (presenza di liquido dell'addome);
• tendenza al sanguinamento spontaneo da naso e gengive o alla lenta coagulazione delle ferite;
• emissione di sangue con il vomito (ematemesi) o con le feci nere (melena);
• stanchezza;
• alterazione del ritmo del sonno, alterazioni della personalità, confusione mentale fino al coma;
• diminuzione della massa muscolare;
• riduzione della quantità di urina nell'arco della giornata;
• gonfiore alle gambe (edemi arti inferiori);
• spider naevi (vasi venosi a reticolo come da ragnatela al viso, dorso e arti);
• eritema palmare;
• nell'uomo ci può essere ginecomastia (ingrandimento delle mammelle) e difficoltà a raggiungere e mantenere l'erezione;
• nella donna alterazione o scomparsa del ciclo mestruale.

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!